Attività, corsi e frequenzaEsami di verificaAmministrazione

Attività, corsi e frequenza

domande frequenti: icona-punto-di-domanda

Come sono organizzati i corsi?

  • Per ogni disciplina scelta: una lezione a settimana della durata a scelta tra: 30 – 45 – 60 minuti. Ogni anno, sono programmate 40 lezioni da settembre a giugno.
  • Le discipline possono essere:
    • pratiche (strumento scelto): individuali
    • teoriche (teoria e solfeggio, ear training, melody, ritmica, storia della musica, armonia ecc…): individuali o collettive
    • laboratorio (musica d’insieme): incontri collettivi, della durata di 60 o 90 minuti
  • La frequenza alle discipline teoriche non è obbligatoria prima di aver compiuto 9 anni d’età. Inoltre, anche oltre i 9 anni, l’integrazione teorica viene proposta all’allievo dopo un primo periodo di “rodaggio”. Infine, non è obbligatoria nei confronti di quegli adulti che seguono un percorso amatoriale: in questi casi, il docente di strumento provvede durante la lezione a fornire i necessari rudimenti necessari alla corretta esecuzione musicale.
  • Gli esami di verifica quadrimestrali sono individuali. Sono tenuti dal Direttore Artistico e da una commissione didattica composta da docenti della stessa disciplina. Al termine degli esami è prevista la consegna delle schede valutative, dove oltre sono verbalizzati il profilo didattico, il programma svolto, e possono essere aggiunti eventuali suggerimenti aggiuntivi. Approfondisci

Quali altri vantaggi sono previsti per gli allievi dell’accademia?

  • Concerti: abbonamento gratuito per tutta la famiglia all’intera stagione di concerti, con cadenza ogni quindi giorni
  • Saggi: partecipazione ai saggi di scuola quadrimestrali (Festival), e ai saggi di classe annuali
  • Masterclass: frequenza gratuita in qualità di allievo uditore alle Masterclass Internazionali
  • Laboratori: frequenza a costo ridotto ai laboratori realizzati durante l’anno

Posso avere informazioni generali sui corsi?

Oltre ai corsi, in cui le lezioni individuali possono avere durata settimanale di 30, 45 o 60 minuti, gli allievi ricevono l’abbonamento gratuito, valido per tutta la famiglia, ai concerti serali. Inoltre, dopo un primo approccio, gli allievi possono frequentare i laboratori di musica d’insieme, i corsi complementari (discipline teoriche) previsti dai programmi; il livello di apprendimento viene verificato tramite gli esami di verifica quadrimestrali. Inoltre, e non per ultimo, gli allievi hanno la possibilità di partecipare ai Festival che la Praeneste organizza affinché si abituino prestissimo a relazionarsi col pubblico. Oltre ai Festival, ciascun docente organizza i saggi di classe durante l’anno, nell’Auditorium dell’Accademia. Altro stimolo che costituisce uno dei principali fiori all’occhiello della Praeneste è la possibilità per gli allievi dei corsi base di assistere gratuitamente alle Masterclass Internazionali, venendo così a contatto con celebri musicisti, e ricevendo grande stimolo dai corsisti, che sono allievi già professionisti.

I corsi sono aperti a tutti?

Certamente: i bambini da 2 a 6 anni possono partecipare ai corsi di Propedeutica, per poi scegliere lo strumento e iniziare i corsi Base. Successivamente, sarà possibile frequentare i corsi di Alta Formazione e le Masterclass Internazionali. Gli adulti che lo desiderano possono accedere a qualsiasi corso Amatoriale.

I corsi seguono un genere musicale specifico?

Puoi scegliere per ciascuno strumento il genere musicale preferito, dal classico al moderno, in tutte le varianti.

Vengono rilasciati titoli di studio?

In virtù della convenzione stipulata con il Conservatorio de L’Aquila nel 2015, l’accademia ha attivato i corsi Preaccademici riconosciuti, con coseguente possibilità di rilascio certificazioni per gli esami di ammissione e conferma. Inoltre, gli attestati di Frequenza oltre agli attestati di partecipazione a tutti i corsi frequentati sono utili per l’acquisizione di crediti formativi presso i Conservatori di musica, le scuole medie primarie e secondarie.

Potrò scegliere l’insegnante, o dovrò accettare quello che mi proporrà la segreteria?

Se vuoi scegliere tu, puoi consultare i profili dei nostri docenti per ciascuno strumento. Oppure, se hai particolari necessità di giorno/orario, sarà meglio chiedere direttamente alla segreteria.

Posso cambiare maestro se lo desidero?

Si, se vuoi puoi cambiare maestro in ogni momento, e hai diritto di chiederlo: ciò non vuol dire necessariamente che il tuo maestro attuale non sia bravo, ma spesso è una semplice questione di caratteri, o a volte i nostri allievi ci chiedono semplicemente uno spostamento di giorno, e quindi di docente. Gli stessi maestri lo sanno, per cui nessuno si offenderà per questa tua richiesta. Per sentirti libero, il consiglio è di parlarne direttamente con la segreteria o col Direttore, in modo da trovare la soluzione migliore per risolvere il problema.

In quale momento dell’anno posso iscrivermi?

Puoi iscriverti in qualsiasi momento dell’anno: le lezioni sono individuali, e puoi cominciare quando vuoi

Quali sono gli orari dei corsi?

Puoi cercare i giorni settimanali previsti per il tuo strumento nella sezione corsi musicali del sito dell’Accademia. Se il tuo giorno/orario preferito non è presente nelle tabelle, puoi richiedere l’inserimento di nuovo giorno/orario

Posso scegliere giorno e orario?

Certamente, esistono numerose possibilità per scegliere l’orario e il giorno di lezione più comodi durante la giornata:

  • A Roma, siamo aperti dal lunedì al sabato, dalle 10 alle 20.30 con orario no-stop (il sabato fino alle 18). Siamo aperti anche molte domeniche per le masterclass
  • A Palestrina, siamo aperti dal lunedì al sabato, dalle 14 alle 20

E’ possibile personalizzare la frequenza alle lezioni?

Certo, è sufficiente informarsi in segreteria sul sistema “Voucher”, grazie al quale è possibile acquistare le lezioni ‘a pacchetto’ e prenotare ogni volta la tua prossima lezione

Come si accede alla Praeneste?

Per accedere ai corsi ordinari o amatoriali, puoi scegliere tra questi diversi modi:

  • Richiedi una Prova Omaggio dello strumento scelto, tramite apposito modulo
  • Contatta l’Accademia telefonicamente
  • Invia un’email alla tua sede più vicina: Roma o Palestrina.
  • Puoi recarti personalmente in Accademia negli orari d’apertura, e parlare direttamente con la segreteria.

Se invece vuoi frequentare i corsi Preaccademici riconosciuti, dovrai inviare prima di tutto una richiesta: in ogni caso ti consigliamo di informarti nella nostra pagina dedicata ai corsi preaccademici.

Posso cominciare lo stesso, anche se non ho ancora lo strumento?

Se non hai lo strumento, te lo diamo noi – purché si tratti di uno strumento portatile. Se invece il tuo strumento è di grandi dimensioni, come il pianoforte o l’arpa, il consiglio per i primissimi tempi è di noleggiarlo: abbiamo speciali convenzioni con i rivenditori, per consentirti di acquistare o di noleggiare a costi più accessibili, e con maggiori garanzie: non devi far altro che informarti presso la nostra segreteria.

Se mancherò a una lezione, potrò recuperarla?

In linea generale, no. L’Accademia sceglie maestri professionisti, che si impegnano per tutte le date previste dal Calendario Didattico. Quindi, se un allievo si assenta a un appuntamento, l’Accademia è comunque tenuta a pagare il docente per l’impegno preso. Tuttavia, se l’allievo avvisa molto tempo prima la segreteria dell’assenza, quest’ultima può tentare di sostituire il ‘buco’ per recuperare un’altra assenza, e in tal modo è più facile consentire il recupero della lezione persa, ma questa soluzione non può essere garantita, a prescindere dalla legittimità dei motivi che causano l’assenza. Se invece è il docente ad assentarsi, l’allievo ha diritto in ogni caso a ricevere regolarmente la lezione, per preservare la continuità didattica; in tal caso, l’Accademia provvede alla temporanea sostituzione del docente, o a concordare un ulteriore appuntamento con l’allievo, affinché quest’ultimo non perda la lezione prevista.

Per gestire assenze prolungate per motivi di salute, possiamo interrompere il flusso delle rette mensili, ma non possiamo tener bloccata l’agenda del docente. Quindi, terminata l’assenza dovrai consultare nuovamente la segreteria per verificare che il tuo posto sia rimasto vacante durante il periodo di assenza.

Se la Praeneste è chiusa per festività durante il  mio giorno di lezione, posso recuperarla?

Al momento della tua iscrizione, il numero delle lezioni che effettuerai durante l’anno è già calcolato: ogni anno l’allievo ha diritto a 40 lezioni in dieci mesi, con tolleranza di una lezione per difetto, o per eccesso. Per ulteriori approfondimenti, consulta il nostro Calendario Didattico.

Esami di verifica

Sono obbligatori gli esami di verifica?

In linea generale, si. In casi di particolare emotività dell’allievo, il maestro segnala comunque la richiesta di esonero presso la Direzione. Bisogna comunque tener presente che gli esami di verifica sono il più valido strumento di garanzia che la Praeneste mette in atto. Attenzione, quindi, a non privarsene tanto facilmente, anzi: diffida se la scuola non prevede esami di verifica!

A cosa servono gli esami di verifica?

Oltre ad essere un potente strumento di garanzia per gli allievi, l’esame è una importante scadenza che ottimizza e sprona il raggiungimento degli obiettivi. E’, inoltre, una insostituibile occasione in cui l’allievo può ricevere pareri e suggerimenti da più maestri nella stessa disciplina e, dato il momento, riuscirà a imprimere (come non mai!) nella sua mente tali suggerimenti. A prescindere dalla durata che un esame può avere (solitamente tra i 15 e i 30 minuti), il suo valore aggiunto è di indiscusso pregio.

Quando sono previsti gli esami di verifica?

La Praeneste dedica una settimana a gennaio e una settimana a giugno esclusivamente agli esami. Questo vuol dire che, per queste due settimane, la normale lezione viene sostituita dall’esame di verifica. Per necessità organizzative e di raggruppamento per strumento e fasce d’età, anche il giorno potrebbe non essere lo stesso che normalmente è dedicato alla lezione.

Come funzionano gli esami di verifica?

Scopo dell’esame è l’esame stesso, ancor più del voto ottenuto: è il momento in cui il maestro relaziona al direttore il lavoro svolto con te, durante il quadrimestre. Quindi, considera che il primo a sentirsi sotto esame è proprio il maestro. Poi, considera che il direttore convoca nel tuo turno anche altri colleghi, docenti dello stesso strumento, affinché possano aiutarti con ulteriori suggerimenti tecnici, oltre a quelli che già ti fornisce solitamente il tuo maestro. In tutto, l’esame può durare all’incirca venti minuti per ciascun esaminando. Gli esaminandi vengono comunque convocati a turni da un’ora ciascuno, anche se poi l’esame è individuale. Alla fine di ciascun turno la commissione redige una scheda valutativa dove viene verbalizzato per ciascuno il programma svolto, il profilo didattico, e la valutazione con sistema crediti.

Come vengono valutati gli allievi durante gli esami di verifica?

Alla fine di ciascun turno d’esame, la commissione redige le schede valutative, che contengono per ogni allievo:

  • Programma svolto
  • Profilo didattico
  • Crediti del profitto quadrimestrale (a cura del docente): max 60 punti
  • Crediti dell’esame (a cura del direttore): max 10 punti
  • Crediti premio aggiuntivi (certificati dalla segreteria), assegnati sulla base delle tue partecipazioni alle attività extradidattiche, come: concerti, laboratori, masterclass e così via: max 10 punti
  • Valutazione complessiva: somma dei punteggi ottenuti

E’ importante sottolineare che i punteggi, attribuiti con la massima cura e precisione, sono soltanto indicativi e non esaurienti, rispetto a tutto quello che l’allievo riceve durante l’esame stesso.

In che cosa consistono gli esami di verifica?

Contrariamente a quanto avviene nelle scuole pubbliche di ogni ordine e grado, qui gli esami non hanno lo scopo principale del voto, che pur c’è, ma l’esame è un momento in cui chi coordina la tua didattica (il direttore artistico) può fare il punto della situazione sulla tua attuale preparazione e sulle tue attuali difficoltà, e di conseguenza può suggerire a te e al tuo insegnante indicazioni generali per il prossimo quadrimestre. Spesso accade per i più piccini che siano presenti anche i genitori, per valutare insieme la situazione di ognuno e poter consigliare come continuare al meglio il percorso intrapreso.

Gli esami sono garanti della didattica. E’ il momento in cui l’intera equipe dei docenti individua e suggerisce spunti di perfezionamento didattico al singolo allievo. Il Direttore effettua gli esami ogni quadrimestre, per verificare e semmai correggere l’andamento didattico degli allievi. La presenza della commissione didattica è un valore aggiunto, perché non è il singolo, ma l’intera equipe a proporre di volta in volta la strada migliore per l’allievo esaminato.

Amministrazione

Quanto costano i corsi?

Chi si iscrive, dopo la Prova Omaggio, diventa Socio della Praeneste e paga una quota sociale stabilita annualmente dal Consiglio Direttivo.

I costi di frequenza mensile presentano piccole differenze per le sedi di Roma e Palestrina, e per ciascuna sede scelta bisogna comunque calcolare la durata settimanale della lezione per definire il costo. Ti conviene quindi prima di tutto chiedere una Prova Omaggio, e vedere se ti trovi bene. Poi, informati con la segreteria su cosa offre la Praeneste, e alla fine chiedi sempre in segreteria un prospetto economico per il piano di studi da te scelto. Un consiglio: date le minime differenze di costo che oggi esistono tra le varie scuole, concentrati più sull’offerta formativa che sul prezzo… che pure ha la sua importanza.

Come effettuare un pagamento?

I pagamenti possono essere effettuati in contanti, presso la segreteria, oppure tramite bonifico bancario con le seguenti coordinate:

  • Banca: BCC di Palestrina (RM)
  • IBAN: IT09 Z087 1639 3200 0000 1061 833
  • BIC (SWIFT): ICRAITRRJW0
  • INTESTAZIONE: “PRAENESTE A.I.S.C.”
  • CAUSALE: chiedi alla segreteria di suggerirti la causale riferita al tuo caso.