La Passione batte il Tempo

19 dicembre ore 19.00 | Emiliano Gentili, chitarra; William Belpassi, pianoforte

GIOVEDI MUSICALI ALLA PRAENESTE

giovani talenti locandinaStagione concertistica 2013 2014
Auditorium Accademia Musicale Praeneste, Via del Carroccio 14, 00162 Roma

Doppio concerto: “Giovani Talenti”

premiati al Concorso Internazionale “Premio Accademia 2012”

giovedì 19 dicembre, ore 19.00

Auditorium Accademia Musicale Praeneste
via del Carroccio 14, 00162 Roma
tel. 06.44247471
info@scuolamusicale.com

 

Ti aspettiamo al doppio concerto “GIOVANI TALENTI”

giovedì 19 dicembre alle ore 19.00

 


PROGRAMMA: prima parte

EMILIANO GENTILI (Chitarra) – Vincitore 1° Premio assoluto Cat. D – Concorso Internazionale “Premio Accademia 2013”

JOHANN SEBASTIAN BACH   – PRELUDE, FUGUE und ALLEGRO BWV 998
(1685-1750)

FRANK MARTIN                      – QUATRE PIECES BREVES
(1890-1974)                       Prelude – Air – Plainte – Comme une Gigue

F. SCHUBERT/ J. K. MERTZ   – LOB der TRANEN
(1797-1828)   (1806-1856)

MAURO GIULIANI            – GRAN SONATA EROICA op. 150
(1781-1829)

 

PROGRAMMA: seconda parte

WILLIAM BELPASSI (Pianoforte) – Vincitore 2° Premio Cat. C – Concorso Internazionale “Premio Accademia 2013”

 LUDWIG van BEETHOVEN            – SONATA op. 31 n. 2 “La Tempesta”
(1770-1827)                     1. Largo, Allegro – 2. Adagio – 3. Allegretto

JOHANNES BRAHMS         – RAPSODIA op. 79 n. 2
(1833-1897)

Biglietti: Intero (€ 10) – Convenzionati (€ 8) – Soci (€ 5) – Famiglie (€ 15) – Under 12 GRATIS

Note al concerto, di Simone Ciolfi

Romanticismo sognante e Romanticismo eroico

La chitarra è strumento che oggi identifichiamo con la tradizione pop o con l’intrattenimento ‘dilettevole’, ma la sua tradizione è antichissima e anche nei secoli della musica cosiddetta ‘classica’ era molto in voga (anche Paganini ne era un estimatore). Così come era accaduto per il liuto, sulla chitarra si potevano eseguire trascrizioni di ogni genere. Trascrivere era utilissimo per ascoltare musica originariamente destinata a organici diversi, e la chitarra, più comoda a spostarsi rispetto a un pianoforte o a un violoncello, poteva soddisfare varie necessità, all’aperto come al chiuso. Ciò vale ancora oggi: il Preludio, Fuga e Allegro K. 998  di J. S. Bach era in origine per liuto, ma la chitarra gli fa eguale onore. Non ne conosciamo il periodo di composizione, ma le caratteristiche sono quelle tipiche della polifonia e della cantabilità bachiane. Anche il pezzo di J. K. Mertz è una trascrizione, precisamente da un Lieder (canto per voce e pianoforte) di Schubert intitolato Lob der Tranen, ‘Preghiera di lacrime’.

Mauro Giuliani, contemporaneo di Paganini, fu uno dei massimi chitarristi della sua epoca, un genio che ebbe molti riconoscimenti già nella sua epoca. L’eroismo della sua ‘Gran Sonata’ è quello del nascente Romanticismo, nel quale l’amore e i sentimenti hanno un valore ‘eroico’, appunto, perché combattono e sconfiggono ogni regola o vincolo. I titoli però venivano talvolta aggiunti dagli editori per invogliare all’acquisto e per riconoscere un pezzo e non sappiamo se Giuliani accettò un consiglio o fu lui a decidere il titolo.

Frank Martin è stato compositore svizzero del Novecento storico che ha scelto di mantenere il sistema musicale ‘storico’ della tonalità combinandolo con la dodecafonia tedesca. I Quatre Pieces Breves sono del 1933, l’anno in cui decise di fondere i due sistemi in una avvincente tecnica unica. Martin riproduce le atmosfere della modernità ma la radice classica del suo pensiero ha sempre una vivace natura comunicativa mai troppo astratta.

All’amico Schindler, che gli chiedeva la chiave di interpretazione della Sonata op. 31 n. 2, Beethoven rispose «leggete La Tempesta di Shakespeare». Dunque disponetevi all’ascolto di una trama magica, onirica, nella quale la musica intende dare vita non tanto a personaggi ed elfi, quanto al loro mondo che, con un termine oggi non proprio colto, potremmo definire ‘phantasy’.

La Rapsodia op. 79 n. 2 di Brahms è notoriamente un capolavoro nel quale quella concezione eroica del sentimento (di cui parlavamo a proposito del Romanticismo di Giuliani) diventa grandiosa, solenne, ma non rinuncia a un universo di tenerezza e di canto che è pienamente brahmsiano.


Emiliano Gentili

Diplomato (2009) e laureato (2011) in chitarra classica con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio di Ferrara sotto la guida di S. Cardi. Ha partecipato a masterclass e corsi tenuti da L. Micheli, M. Mela, F. Bungarten, P. Galbraith e M. R. Hampel, oltre che con i liutisti R. Lislevand ed E. Mascardi. Vincitore di diverse competizioni chitarristiche: Concorso Chitarristico Nazionale “Hyperion” (Ciampino 2011), Concorso Nazionale “Flegreo” (Pozzuoli 2013), Concorso Internazionale Anemos e Concorso Internazionale “Premio Accademia” cat. fino ai 23 anni (2013). Si è esibito in festival e rassegne in Italia e all’estero: “in Corde”, “Flatus”, “Ponti Sonori”, “Atlante Sonoro”, 2MiXXer”, “Estate di Borgomusica”. Dal 2004 fa parte dell’Orchestra Mandolinistica Romana con la quale, eseguendo il Concerto per chitarra e orchestra op. 93 di A. Vivaldi, si è esibito come solista al Teatro Comunale di Pescina e al Museo Centrale del Risorgimento. Nel 2012 è stato scritturato come professore aggiunto dall’Orchestra Sinfonica di Roma per l’incisione con la Naxos del Concerto di Petrassi per flauto e orchestra. Si è esibito al Teatro della Conciliazione di Roma in duo con la mandolinista Olena Kurkina nell’ambito delle giornate dell’Incontro Internazionale di Preghiera per la Pace promosso dalla Comunità di Sant’Egidio. Si sta perfezionando con P. Pegoraro e A. Del Sal all’Accademia Chitarristica di Pordenone. Ha seguito corsi di composizione e pianoforte con P. Niro e al Conservatorio di Roma “S. Cecilia”. Negli anni ha avviato collaborazioni col mondo del teatro e della musica popolare romanesca.

William Belpassi

Inizia gli studi musicali presso l’Istituto “Colle la Salle” di Roma sotto la guida del M° Giuseppe Martone con il quale studia tuttora. Attualmente frequenta la IV classe del Liceo Scientifico “Keplero” di Roma. Sin da giovanissimo si è esibito in vari concerti pubblici: quattro edizioni del “concerto per le Festività Natalizie” presso la Sala Consiliare del XV Municipio del comune di Roma; due edizioni del “Concerto Giovani Musicisti” presso il Teatro San Raffaele di Roma; due edizioni del “Concerto di Natale” per l’Associazione “Coordinamento Sociosanitario Per Le Persone con Disabilità”; rassegna concertistica “Primavera Musicale Al Colle 2013”. Ha partecipato a vari concorsi pianistici internazionali ricevendo premi e menzioni di merito: 3° Premio al “XIX Concorso Internazionale ANEMOS”, Premio Arvalia quale miglior pianista residente nel XV Municipio del Comune di Roma al “Premio Accademia 2011”; 2° Premio categoria C al “Premio Accademia 2013”. Nel 2011 ha superato brillantemente l’esame di teoria solfeggio e dettato musicale presso il Conservatorio “L. Refice” di Frosinone. Nel 2012 e 2013 ha partecipato con merito a delle Masterclass di perfezionamento pianistico (M° Martone e M° Di Croce) esibendosi nei concerti finali dei migliori allievi nell’ambito della 2a e 3a edizione dell’Accademia Festival svoltosi a Saracinesco (RM).

Assicurati il tuo posto, al doppio concerto “giovani talenti”,

compilando il modulo qui sotto!



    La prenotazione va confermata di persona entro 15 minuti dall'inizio del concerto


    Inserisci il tuo Nominativo


    Scrivi qui la tua email


    Scegli la data del concerto

    Quanti posti desideri prenotare?

    Digita il codice di sicurezza

    captcha

     
    Call Now Button