La Passione batte il Tempo

Daniele Riscica

Considerato dalla critica musicale italiana una “nuova promessa del pianismo internazionale” (Rivista “Suonare News”, Giugno 2013) Daniele Riscica è nato nel 1991 ed ha iniziato giovanissimo lo studio del pianoforte.

Si è brillantemente diplomato con il massimo dei voti e lode sotto la guida dei maestri Pietro Pallenberg e Maurizia Lengyel nel 2012; nel 2014 ha terminato inoltre il biennio specialistico di secondo livello in Pianoforte Solista sotto la guida del maestro Gilda Buttà con la votazione di 110/110 e lode.

Ha perfezionato i suoi studi pianistici partecipando a corsi e masterclasses tenuti da Aldo Ciccolini (Francia), Paolo Bordoni (Italia), Francesco Libetta (Italia), Ionela Butu (Romania), Dainius Kepezinskas (Lituania), Stanislaw Tichonov (Russia), Riccardo Risaliti (Italia), Brenno Ambrosini (Italia), Roberto Cappello (Italia).

L’ormai leggendario Aldo Ciccolini, discendente di Alfred Cortot e Marguerite Long, parlando del pianismo di Daniele, afferma: “E’ un pianista dotato di tecnica eccellente, possiede completo dominio del suono e della gamma dinamica, ha musicalità ed eleganza innate”.

Vincitore di vari premi pianistici (tra cui il Premio Rotary – Vinicio Mancini, edizione 2013; il Premio Pianistico Regione Lazio edizione 2012 come miglior diploma a.a. 2011-2012, il Concorso Pianistico Città d’Albenga edizione 2012 e il Premio Pianistico Internazionale Tortora, edizione 2012), conduce attività concertistica in diversi Festival ed Istituzioni nazionali ed estere.

Nel 2014 è stato selezionato per la registrazione di quattro puntate di un documentario sui più importanti brani della letteratura musicale dalla società svizzera “I-Classical Academy”.

Nello stesso anno viene selezionato inoltre tra i giovani pianisti più promettenti d’Italia per suonare presso i Musei Capitolini all’interno del Festival pianistico di Roma in cartellone con Bruno Canino ed Enrico Pieranunzi.

A Maggio 2015 debutta in Brasile con l’Orchestra Sinfonica di Porto Alegre (OSPA) al Teatro São Pedro (Porto Alegre, Rio Grande do Sul) come solista invitato nel concerto K466 di Mozart per pianoforte e orchestra sotto la direzione del M° Gian Luigi Zampieri, riscuotendo un grande successo.

Ad Ottobre del 2015 debutta in Cina in una tournèe insieme alla violinista italo-polacca Estera Kawula, suscitando grandi consensi da parte della critica internazionale.

Tra i suoi prossimi eventi la pubblicazione di un saggio sulla pianista e didatta romana del Novecento Vera Gobbi Belcredi e una tournèe di recitals solistici in Africa e Sud America (Novembre 2016).