La Passione batte il Tempo

Massimo Munari

clarinetto

Massimo Munari, americhe

Massimo Munari è nato a Roma nel 1976, si è diplomato in clarinetto presso il conservatorio “A. Casella” de L’Aquila studiando con C. Taddei e Ivo Meccoli. Contemporaneamente ha affrontato le problematiche del repertorio contemporaneo con i clarinettisti Guido Arbonelli e Harry Sparnaay. Il suo interesse è concentrato in attività da solista e in ensemble di musica da camera, con repertorio prevalentemente incentrato sulla musica contemporanea. Come solista è stato invitato da importanti festival di musica contemporanea in tutta Italia; ha partecipato infatti ai festival di “Musica Verticale”, “Festival Scelsi”, “Domani Musica Festival”, “Musiche Possibili”, “Interfacce”, “Città Sonore”, “Arts Academy”, ecc. E’ componente di diversi ensemble dediti alla musica contemporanea quali il “Nabla Ensemble” diretto da Riccardo Santoboni, con cui ha partecipato al “Festival delle Rocche” ad Asti, alle stagioni concertistiche dell’Accademia Musicale Pescarese, ai concerti di musica elettroacustica dell’università “Tor Vergata” di Roma, alla rassegna “Autunno musicale” presso la facoltà di scienze della II° università di Caserta, alla rassegna “IX Contemporanea” di Roma; l’Algoritmo ensemble diretto da Marco Angius, con cui ha partecipato ai festival di “Nuova Consonanza”, al “Campus Internazionale di musica” di Latina; il “Mozart ensemble” con cui ha partecipato alle rassegne “Incontri musicali nel Lazio”, al XIX° festival “Le Corti dell’arte”; l’ensemble “Helios” con cui ha partecipato tra l’altro ad un concerto monografico del compositore  Pedro Admaral, vincitore del “Prix de Rome” presso l’Accademia di Francia in Roma. Sue esecuzioni sono state altresì trasmesse anche da RadioTre, RaiTrade dalla Filodiffusione e dalla Radio Vaticana. Ha inciso CD da solista per le etichette discografiche Lanner (“Assolo – musica contemporanea per clarinetto”) e Domani Musica (“Il clarinetto tra XX° e XXI° secolo), come componente di ensemble per la Phoenix e ha partecipato con L’Algoritmo Ensemble all’incisone del CD monografico di Ivan Fedele “Mitxim” per la casa editrice Stradivarius. Come membro del quartetto di clarinetti “Decibel” ha vinto il 2° premio al concorso “Nuovi Orizzonti” di Arezzo, il 2° premio (con primo non assegnato) al XIII concorso internazionale “Anemos” e al IV concorso A.GI.MUS. di Roma e il primo premio assoluto al XIII concorso nazionale “Città di Grosseto”. Ha studiato inoltre composizione con M. Gabrieli, R. Santoboni e David Macculi, perfezionandosi presso l’Accademia Musicale Chigiana con Franco Donatoni e presso la scuola di musica di Fiesole con Giacomo Manzoni. Ha conseguito la laurea di II° livello in composizione presso il conservatorio “N. Piccinni” di Bari. Si è diplomato in musica elettronica presso il conservatorio “S. Cecilia” di Roma con i maestri R. Bianchini e G. Nottoli.